icone simili App Store

Tra le cose più antipatiche in cui ci si può imbattere all’alba dei successi editoriali, ci sono le copie. In un atto di parassitismo culturale, alcune persone tentato di cavalcare l’onda del successo proponendo opere simili ai best seller per cercare di ricavarne qualcosa. Per esempio dopo il successo de “Il Codice da Vinci” nacquero migliaia di romanzi in cui la trama prevedeva dei segreti nascosti in antiche pergamene per nascondere le pecche del Vaticano, oppure oggi a seguito del successo di “50 sfumature di grigio” si vedono opere contenente nel titolo sfumature di qualsiasi genere.

Anche nell’App Store c’è un fenomeno del genere. Quando delle app diventano molto vendute nascono subito delle copie alternative. Per esempio dopo Angry Birds ci fu un pullulare di videogame che permettevano di lanciare animali o persone con una fionda. Ora Apple ha deciso di porre un freno a tutto questo.

La società ha deciso di bannare le applicazioni che graficamente riprendono le icone delle app nate prima. Ovviamente un controllo radicale non potrà essere effettuato, ma è probabile che il team di approvazione abbia sott’occhio le app di maggior successo. Un atto dovuto agli sviluppatori che non vogliono vedere cloni delle proprie app.

[via thenextweb]

Unisciti alla conversazione

2 Comments

  1. Wow… Così vedremo sparire (o non vedremo mai) alcune applicazioni che sarebbero potute essere gratuite e magari migliori dell’originale… Ma che lasciassero a noi la libertà di scegliere cosa scaricare o meno.. Il sistema dei commenti alle app mi pare funzioni decentemente… Se un’applicazione non piace avrà tante recensioni negative, la gente non le scaricherà più e l’app morirà da sola… Bloccassero solo le app dannose, quelle si… Che al successo delle app pensino gli sviluppatori con tanti e buoni aggiornamenti…

Leave a comment

Cosa ne pensi?