Amazon lavora sulla possibilità di vendere ebook usati

Kindle 4G

E’ ancora in corso il discorso riguardante la convivenza tra gli eBook e i libri di carta. Gli editori vorrebbero continuare a vendere i libri di carta e, nello stesso tempo, fornire le versioni digitali. In altri termini non vorrebbero che il libro di carta finisca il suo corso.

Ci sono alcune differenze tra un libro di carta e uno digitale. Per esempio una volta che si acquista un eBook, questi è leggibile soltanto nel lettore dell’utente a cui ha associato l’account. Non è possibile rivendere il libro, regalarlo o prestarlo ad un amico. Sono aspetti a cui si sta lavorando.

Amazon, per esempio, ha depositato un brevetto riguardante la possibilità di rivendere un eBook come usato. Gli utenti potranno mettere in commercio i libri già letti per offrirli agli altri ad un prezzo minore di quello pubblico. Una volta venduto il libro, però, questi non sarà più leggibile sul proprio lettore. Chissà se si attiverà il mercato dei libri usati elettronici.

Un sistema del genere serve sicuramente a convincere le persone a comprare i libri legalmente, perchè ovviamente i libri piratati non possono essere venduti. Acquistare un libro per poi poterlo rivendere potrebbe attivare un circolo virtuoso.

[via sole24ore]

  • Karoo

    Sacrosanto: un ebook acquistato non può e non deve essere rivenduto, è infatti una pratica illegale.

    Comprare un ebook e eistribuirlo gratuitamente a quanti io voglia è invece un diritto sacrosanto, non è illegale e non lo sarà mai, al pari di lasciare un libro sulla panchina del parco. Quello che faranno sarà inserire drm, blindare i device ma sarà tutto inutile.

    Gli editori cercano di ritardare il progresso per salvaguardare il loro business, ma questo ha i secondi contati ed i parrucconi devono mettersi in testa che devono adattarsi, abbandonare il vecchio concetto di venditore e prepararsi al futuro, allo stesso modo delle case discsografiche che ancora arrancano maledicendo quella che secondo loro è “pirateria”.