Tim Cook alla Goldman Sachs Conference parla di cose che già sappiamo

intervista Tim Cook

Steve Jobs non amava prendere parte alle conferenze, ma a quanto pare Tim Cook si trova a suo agio in questi eventi molto usati nell’ambiente business. E qual è il business più rappresentato se non quello della Goldman Sachs? La banca di affari più grande degli Stati Uniti ha tenuto una conferenza annuale al quale ha partecipato anche il CEO di Apple.

Chi si aspettava qualche anticipazione sul futuro dovrà porre freno agli entusiasmi. Ovviamente Cook non ha anticipato nulla ma qualche cosa l’ha detto, anche se sono cose che già conoscevamo. Ha detto, per esempio, che Apple non venderà mai prodotti economici con un’esperienza utente bassa. Un suo esempio, però, è stato interessante: l’iPod è venduto nell’economica versione Shuffle e nella costosa versione Touch. Entrambi fanno parte della stessa famiglia ma offrono due esperienze utente diverse. Sarà così anche per gli iPhone? Arriverà un iPhone dedicato a un determinato settore?

Per quanto riguarda le acquisizioni di aziende, invece, Cook ha dichiarato che Apple sta acquistando un’azienda al mese, anche se si tratta di piccole società. Sono società che hanno in seno dei brevetti utili per lo sviluppo dei prodotti dell’azienda. Un’azienda che ha generato un business enorme anche per l’indotto. Basti pensare che agli sviluppatori sono stati girati ricavi per 8 miliardi di dollari.

Dopo aver confermato la fiducia ai suoi collaboratori, che ha descritto come delle vere e proprie star per l’azienda, Cook ha lasciato la platea per dirigersi all’incontro dello State of the Union previsto alla Casa Bianca.

[via macrumors]