SACOM: Apple non investiga così bene tra i suoi fornitori

SACOM

Qualche settimana fa Apple pubblicò un report riguardante le condizioni di salute dei dipendenti dei suoi fornitori. Il rapporto, compilato mediante delle indagini svolte in prima persona e mediante l’associazione indipendente FLA, mostra un incremento del 72% delle indagini rispetto al 2011. All’interno, inoltre, si sono lette informazioni sui miglioramenti delle condizioni dei dipendenti.

Secondo la SECOM (Student & Scholars Against Corporate Misbehaviour), un’associazione indipendente fatta da alcuni studenti di Hong Kong, i miglioramenti non sarebbero così netti. Secondo le loro indagini, che hanno coinvolto solo 130 persone in tre stabilimenti di Foxlink, Pegatron e Wintek, le condizioni dei dipendenti sono ancora precarie.

In base alla loro indagini molte persone lavorano ancora sotto le minacce dei loro superiori e hanno poche pause durante la giornata. Un portavoce di Apple ha fatto sapere che le condizioni sono migliorate come hanno dichiarato in precedenza.

Personalmente credo che le indagini su appena 130 persone non siano così significative, visto che ai prodotti di Apple lavorano decine di migliaia di dipendenti. L’indagine di SECOM dovrebbe coinvolgere un numero maggiore di persone.

[via scmp]