La truffa degli iPhone e iPad ai danni delle finanziarie

iPhone rubatiChi ha vissuto nelle grandi metropoli come quella di Napoli è abituato a questo tipo di scene. Da quando ero solo un bambino ho visto, uscendo dalla stazione Garibaldi, delle persone che propongono di acquistare dispositivi elettronici di ultima generazione a prezzi stracciati.

Partendo dagli stereo negli anni 80 e finendo agli ultimi iPhone e iPad, questi truffatori propongono di acquistare dispositivi che spesso si rivelano dei mattoni inseriti all’interno delle scatole e sostituiti ai telefoni originali, che sono mostrati agli ignari passanti, mediante un veloce gioco di mani.

Questa truffa sembra essersi evoluta in qualcos’altro. Secondo le ultime testimonianze questi venditori ora vendono realmente i dispositivi elettronici generando una truffa ai danni delle finanziarie. Come sapete, infatti, acquistando il telefono in abbonamento lo si paga in 30 rate. Queste persone fanno stipulare dei contratti e dei nullatenenti offrendo loro il 10% sulle vendite.

Quando la finanziaria andrà a chiedere il pagamento delle rate troverà una persona nullatenente al quale attivare tutta la procedura di pignoramento forzato che, non rivalendosi su nessun tipo di bene, andrà a spegnersi. In questo modo gli iPhone e gli iPad saranno venduti alla metà del prezzo.

Si tratta di una truffa ed equivale a rubare, quindi il consiglio è di non fidarsi mai dei venditori di strada perché non si fa altro che alimentare la criminalità.

[via corriere]

  • Alessandro

    Kiro stai facendo pubblicità ai venditori tra piazza garibaldi e il rettifilo, stammi a sentire cancella questo post che i ragazzini di 14 15anni potrebbero essere indotti dai prezzi stracciati a rischiare, oppure specifica che alcuni di questi venditori una volta presi i soldi ti aspettano dietro l’angolo per riempirti di mazzate e riprendersi il telefono. Come hai scritto tu l’articolo è troppo “buono” capisc a me.

    Alessandro

  • Scusa ma mi sembra una leggenda metropolitana.

    Vodafone e TIM per darti iPhone ed iPad vogliono una carta di credito (ed escludo che un nulla tenente ce l’abbia), Tre ti fa fare un finanziamento con Compass (che di nuovo se sei un nulla tenente non te lo fa passare).

    E’ più facile che siano effettivamente dispositivi rubati o che sia vero lo scenario “mazzate dietro l’angolo”.

    • Non necessariamente, a volte si dà anche il codice IBAN.

  • Luca S.

    Confermo che la truffa è più viva che mai, con l’aggiunta che l’ultima moda è obbligare il ragazzino sfigato a fare l’attivazione del credito a nome suo e poi prendersi il telefono.
    Compass per 3 fa unicamente il controllo all’eurisc, essendo un microcredito non chiede busta paga ne altre garanzie.