Ancora problemi con iCloud e le app di terze parti

iCloud beta

Un giorno Steve Jobs attivò una riunione generale per parlare ai suoi dipendenti. Quel giorno fece a tutti una grande lavata di capo perché il servizio MobileMe aveva deluso tutti e non funzionava bene. Se Steve Jobs fosse ancora in vita probabilmente farebbe una nuova lavata di capo al team di iCloud.

È vero che la società ha sviluppato conoscenze all’interno del settore del cloud computing solo da pochi anni, ma è altrettanto vero che ha tanto di quel denaro da poter assumere qualsiasi esperto. Il problema è che la tecnologia di sincronizzazione non funziona sempre. In base ai dati raccolti presso gli sviluppatori, che hanno realizzato applicazioni in grado di sintonizzarsi con iCloud, i problemi sono ancora molti.

Le conversazioni con la nuvola di Apple avvengono mediante la tecnologia Core Data. Una piattaforma che molti sviluppatori dichiarano essere un vero e proprio disastro. Molti stanno pensando addirittura di abbandonare la sincronizzazione con iCloud e dedicarsi ad altri servizi.

In tutto questo dov’è Apple? La società attenderà il rilascio di iOS 7 per porre rimedio a queste mancanze?

[via theverge]