Apple taglia le notifiche push ad AppGratis

AppGratis

Qualche giorno fa ho ascoltato la storia di un uomo che ha sfrattato dei coinquilini nel suo appartamento. Dopo lo sfratto, però, i coinquilini non sono andati via e lui ha dovuto richiedere lo sfratto forzato. Mentre attendeva tutto l’iter burocratico si è spazientito ed entrato in casa estraendo gli oggetti dei coinquilini lasciandoli per il condominio. Così facendo, però, è finito da parte del torto.

Qualcosa del genere è capitato ad Apple nei confronti di AppGratis. In base alle opinioni che ho raccolto presso gli sviluppatori, nessuno è contento dell’operato di AppGratis perché, vendendo le posizioni nella classifica dell’App Store mediante il suo circuito, ha inquinato la meritocrazia che dovrebbe essere alla base del negozio.

Apple ha eliminato l’applicazione dall’App Store, ma di recente ha deciso anche di eliminare il supporto del servizio delle notifiche push. In questo modo gli utenti che la hanno scaricato in precedenza non riceveranno gli avvisi anche se, di fatto, AppGratis ha pagato l’account per sviluppatori e utilizza i propri server per gestire le notifiche.

La società, in questo modo, è finita un po’ dalla parte del torto. Il team di AppGratis, però, assicura di essere al lavoro per far tornare l’applicazione all’interno del negozio della società.

[via techcrunch]