Il fenomeno tablet metterà nei guai Microsoft?

mercato PC post tabletFino ad una decina di anni fa Microsoft era la regina incontrastata del mondo informatico. Il sistema funzionava più almeno così: ad ogni computer venduto Microsoft otteneva in media $ 50 per la licenza di Windows. Avendo creato un ecosistema così esteso da generare un monopolio, la società campava praticamente di rendita.

Con l’avvento dei tablet, però, il gigante di Redmond si è trovato di fronte a uno dei suoi incubi peggiori: il calo delle vendite dei pc. Ormai la maggior parte delle persone, considerando le loro operazioni quotidiane, riescono a fare a meno del computer per fare tutto quello di cui hanno bisogno sul tablet.

Questo ha portato, nel primo trimestre dell’anno, ad un calo del ben 8% delle vendite di computer. Ciò si traduce con un calo di profitti per Microsoft che da Windows attualmente ricava 4,6 miliardi di dollari. Considerando che l’azienda investe nei tablet con la famiglia Surface, da cui ricava 1,4 miliardi, si evince che se non riuscirà a diffondere il suo dispositivo su ampia scala ben presto vedrà sparire qualche miliardo di dollari ogni trimestre.

Secondo gli analisti, però, l’azienda non cadrà in rovina. Considerando che il suo pacchetto di brevetti permette di ricevere delle royalties per ogni dispositivo venduto con il sistema operativo Android, entro il 2017 la società dovrebbe guadagnare almeno 8,8 miliardi l’anno in licenze.

Il calo delle vendite dei pc con Windows, quindi, nella migliore delle ipotesi sarà colmato dalla vendita dei dispositivi con Android e dalla vendita dei Surface.

[via asymco]