La segreteria telefonica nei cellulari. Perchè nessuno se ne occupa?

VoicemailQuando capita di vedere dei film americani si nota sempre che a un certo punto i protagonisti lasciano dei messaggi in segreteria telefonica oppure ascoltino quelli lasciati dai loro amici. È un’attività così comune negli Stati Uniti, ma poco consueta in Italia. Dal punto di vista telefonico, infatti, il nostro paese è cresciuto sempre con il timore di superare il budget mensile. Per tale motivo si diffuse in massa il concetto di ricarica telefonica.

Effettuando telefonate a consumo, quindi pagando per ciascun minuto, non è stato necessario molto sforzo per comprendere che un SMS da € 0,15 era molto più economico di un messaggio lasciato in segreteria anche perché questi, dovendo essere ascoltato dal destinatario, avrebbe provocato un ulteriore costo con il rischio di non essere mai ascoltato. Se ci sono persone che faticano a spendere € 0,15 per mandare un messaggio di risposta, possiamo immaginare la fatica nello spendere molto di più per ascoltare un messaggio.

Oltre a tutto questo, bisogna considerare che l’SMS ha una funzionalità maggiore perché può essere letto in ogni istante e non necessita di un luogo silenzioso per leggerne il contenuto che, tra l’altro, dal punto di vista dell’esperienza utente è ancora vincente, a differenza del messaggio in segreteria in cui bisogna premere diversi pulsanti prima di giungere al suo contenuto.

Per semplificare quest’operazione ricordiamo che Apple nel 2007, durante il lancio dell’iPhone, presentò il servizio Voicemail: una sezione speciale all’interno di iOS in grado di leggere i messaggi in segreteria come se fossero dei file vocali. Un sistema molto utile che in Italia non è stato mai implementato.

Attualmente assistiamo, dal punto di vista delle offerte da parte degli operatori, ad un cambiamento rispetto a qualche anno fa. Ormai tutte le offerte sono incentrate in pacchetti confezionati con un costo mensile fisso. In questo modo si può utilizzare un certo numero di minuti, SMS e navigazione dati da consumare durante il mese.

Ora che abbiamo a disposizione 100 e oltre minuti ogni mese, sicuramente ce ne avanzeranno qualcuno. Minuti che potrebbero essere utilizzati per ravvivare il servizio della segreteria telefonica. Gli operatori, al momento, sembrano ritenere la casella vocale una tecnologia superata, tant’è vero che nessuno spot pubblicitario spinge al suo utilizzo.

In un periodo storico dove fioccano i servizi di messaggistica istantanea, quelli della segreteria telefonica sembrano completamente assenti. Eppure la voce, attraverso la sua intonazione e velocità, riesce ad esprimere emozioni molto meglio rispetto ai messaggi testuali che, per ovviare a questo problema, utilizzano la strada delle faccine.

Non sarebbe male vedere rispolverare questa tecnologia che potrebbe, probabilmente, esprimerà ancora il suo potenziale tra gli utenti.

  • Bocca77

    Mah, i piani attuali purtroppo quasi mai comprendono anche la segreteria telefonica nei minuti messi a disposizione forfettariamente…io ad esempio ho una tariffa vodafone relax, quindi minuti illimitati, ma le chiamate alla segreteria telefonica sono fatturate a parte: con queste policies sicuramente le compagnie telefoniche non spingono verso il suo utilizzo!

    • Con Noverca e H3G la segreteria è conteggiata come una chiamata urbana, quindi si può usare con i pacchetti a disposizione.

  • articolo interessante e con uno spunto per questo servizio ormai in disuso, a prescindere dalla segreteria vocale integrata nell’iPhone