Keyboard Maestro, un software per Mac con tante potenzialità

Keyboard Maestro

Ho sentito parlare dell’applicazione Keyboard Maestro alcune volte. Tutte le volte ho compreso che questo software per Mac consente di semplificare alcune operazioni che si effettuano con il computer. Così mosso dalla curiosità mi sono posto di fronte alla mia copia.

Devo ammettere che ad un primo utilizzo non ne ho compreso bene le potenzialità. Per un paio di giorni l’ho lasciato anche oziare all’interno della cartella delle applicazioni. Dopo un po’ di utilizzi, però, ho compreso di che pasta fosse fatto.

In pratica l’applicazione consente di associare ad alcune combinazioni di tasti, decise dall’utente, alcune operazioni che richiederebbero più passaggi. Un’operazione di base potrebbe diventare quella di aprire una determinata cartella del computer premendo un pulsante. Un’operazione semplice ma che potrebbe semplificare già alcuni passaggi.

Le combinazioni, però, sono infinite. Ogni gruppo di tasti da premere viene chiamato macro e possiamo associare delle operazioni da effettuare o degli AppleScript da eseguire. Tramite i pulsanti + e – è possibile aggiungere le operazioni a quelle combinazioni di tasti. Un sistema che ho trovato un po’ difficile ma fortunatamente all’interno di Keyboard Maestro c’è il pulsante Record.

Tramite questo pulsante è possibile far comprendere all’applicazione quali passaggi deve compiere e associarli ad un gruppo di tasti. Basta premerlo e dopo un conto alla rovescia di 3 secondi bisogna effettuare l’operazione da associare alla combinazione di tasti scelta. Veniamo al sodo con degli esempi.

All’interno dei miei macro, per esempio, ne ho creato uno che associa ai tasti ALT+CMD+O l’apertura di Spotify, il click sulla playlist Relax, l’avvio della canzone e la messa in secondo piano dell’applicazione. In pratica premendo i tre tasti Keyboard Maestro mi avvia Spotify, mi fa partire la playlist e immette l’applicazione in secondo piano. Tre passaggi premendo semplicemente dei tasti. Per creare questa macro ho semplicemente attivato il pulsante Record e ho effettuato questi tre passaggi dopo aver impostato i tre tasti da premere. L’applicazione ha compreso ciò che avevo intenzione di fare e ha inserito il tutto nella macro.

La stessa operazione può essere effettuata in infiniti software. Per esempio con Tweetbot ho impostato che premendo ALT+CMD+N, la macro mi aprisse il software e premesse sul pulsante per scrivere un nuovo tweet.

Per impostare le immagini in formato 480 px, cioè il formato che utilizzo per caricare foto all’interno del mio blog, dovevo selezionare le immagini, aprire Anteprima, andare negli strumenti e ridimensionare le immagini e salvarle. Con Keyboard Maestro, invece, ho creato una macro associando ai tasti ALT+CTRL+I l’esecuzione dell’AppleScript per ridurre automaticamente l’immagine. Il codice dell’AppleScript inserito, nel caso dovesse servirvi, è il seguente

tell application “Finder”
set this_item to get selection
set myPath to POSIX path of (this_item as text)
end tell
tell application “Image Events”
set this_image to open myPath
scale this_image to size 480
save this_image in myPath
close this_image
end tell

In questo modo basta selezionare le immagini da ridurre in formato 480 px e premere ALT+CTRL+I e il gioco è fatto. L’applicazione farà tutta quest’operazione in pochi istanti. Gli utilizzi, quindi, sono infiniti. Basta utilizzare il pulsante Record per associare una serie di operazioni da attivare automaticamente premendo i tasti.

L’applicazione ha anche altri utilizzi, per esempio lanciare velocemente le applicazioni o spostarsi tra di esse. Consente anche di creare delle scorciatoie per i testi. Ho creato una macro che mi scrive “http://www.” ogni volta che in un testo scrivo htp. In questo modo con tre pulsanti mi evito la fatica di scrivere tutta la stringa. La stessa cosa può essere effettuata per scrivere l’indirizzo completo di casa, oppure inserire una firma in una email. Sarà l’utente a decidere quale lavoro deve essere semplificato.

Keyboard Maestro si può acquistare nel sito dello sviluppatore per € 28,75.

  • Rino Pugliese

    Quali differenze rispetto a quanto già disponibile gratuitamente con Automator?

    • Beh Automator è un po’ più difficile da impostare. La potenzialità di Keyboard Maestro è la connessione con le combinazioni dei tasti. Inoltre ha tante funzioni in più, come l’espansione del testo scrivendo poche lettere.