Oggi muore Google Reader. Cosa c’è da sapere sui feed RSS e le alternative

Reeder per Mac

Quando la tecnologia del feed RSS fu lanciata c’era ancora Netscape, il maggior concorrente di Internet Explorer per la navigazione nella rete. Questo tipo di linguaggio, che si utilizza mediante un apposito link, rende la vita facile a chi legge tantissimi blog: una volta inserito all’interno del proprio client, dopo aver effettuato il caricamento di tutti i feed, si riceverà un elenco di notizie un po’ come avviene con i messaggi all’interno della posta elettronica.

Un sistema molto utile che è stato sviluppato molto anche da Google mediante il servizio Google Reader. Peccato però che, anche se la società dichiara “don’t be the evil“, abbia deciso di cessare il servizio. Anche se utilizzato da milioni di persone, Google Reader non sarà più disponibile. Come fare?

Personalmente utilizzavo l’applicazione Reeder per iOS e Mac, che tra l’altro in questi giorni sono anche gratuite. Quest’applicazione, però, ha bisogno di Google Reader anche se lo sviluppatore ha dichiarato che sta lavorando all’integrazione di altri servizi. Prima che arrivi quel giorno, in modo da stabilizzare il mio modo di lavorare, sono passato a Feedly che è gratuito e sembra funzionare molto bene.

In queste settimane sono nati anche tanti altri servizi alternativi, come Digg Reader, AOL Reader, Feedbin, Feed Wrangler e altri, di cui qualcuno a pagamento e altri gratuiti. La speranza è che Google non tocchi mai servizio FeedBurner che permette di erogare il proprio feed RSS avendo a disposizione alcune statistiche. Molti blogger sono migrati a questo servizio nonostante tutti i blog, di solito, hanno un indirizzo base per i feed RSS, compreso me.

Sperando che Google non danneggi gli utenti in quel modo, vi ricordo che potete segnare il feed RSS di questo blog all’interno del vostro client, che sia Feedly o un altro servizio, in modo da ricevere le notizie pochi minuti dopo la loro pubblicazione.

  • patanfrana

    Il problema al momento sono i client per Mac.

    Su iPad uso Mr. Reader che va già con Feedly, su iPhone a breve aggiorneranno Reeder per la medesima compatibilità, ma su Mac pare che si debba tornare al broswer (aberrante).

    Purtroppo Silvio Rizzi ha deciso che è il momento di tirare su qualche soldo, e così per avere Reeder funzionante con i nuovi servizi su iPad e Mac dovremo aspettare una nuova versione a pagamento.

    • Beh Rizzi ha già tirato su qualche soldo. Io ho pagato tutte le versioni di Reeder.

      • patanfrana

        Ah guarda, sono il primo ad essere seccato da sta cosa, calcolando quanto abbiamo pagato i tre programmi al tempo.

        Purtroppo sta diventando di moda la logica di Vemedio, che fa una major release di Instacast a pagamento ogni anno circa, tirando fuori ipotetici problemi di compatibilità (la prossima sarà per iOs 7, per rendere il programma esteticamente in tema, tagliando fuori iOs 6 ed inferiori).

        Qui Rizzi ha detto che sarebbe troppo difficile inserire i nuovi servizi di feed nelle vecchie versioni, quindi tanto vale lavorare direttamente a quelle nuove (a pagamento). Peccato che la versione per iPhone compatibile con Feedly sia riuscito a farla e mandarla ad Apple…

  • AlbyRoss

    Secondo me Google reader ha chiuso perché ormai non lo usava più la maggior parte degli utenti. In fin dei conti ormai fra Google Currents, Twitter, Flipboard e Google News i feed rss sono diventati obsoleti.