AnandTech: il MacBook Air è re di autonomia in tutto il mercato

autonomia portatili

La batteria è sempre un punto debole di tutti i dispositivi elettronici. vorremmo che durasse settimane, perfino mesi. Dover ricaricare qualcosa è solo una perdita di tempo che ci ferma nelle attività quotidiane. Ferma la creatività e il lavoro.

Purtroppo, fino a quando non sarà creata la batteria perfetta, dovremmo sempre preoccuparci dell’autonomia e delle ricariche. Fortunatamente dei passi avanti sono stati effettuati non dal punto di vista delle potenze della batteria, ma nel ridurre i consumi dell’hardware. In questo modo, per esempio, con gli ultimi MacBook Air si sono superate le 12 ore.

Il team di AnandTech ha realizzato una serie di test per individuare i migliori portatili in commercio che offrono l’autonomia maggiore. I test hanno riguardato anche l’utilizzo dei tablet. Al primo posto in questa classifica abbiamo il MacBook Air che con la batteria in piena salute e navigando in Wi-Fi arriva a 14,28 ore di autonomia. Con una batteria non proprio in piena salute ha raggiunto le 11,24 ore.

Al terzo posto abbiamo il Galaxy Note 10.1 con 9,59 ore, seguito dall’iPad 4 con 9,48 ore. Seguono a ruota l’Asus VivoTab Smart, il Google Nexus 7, l’iPad Mini, il Galaxy Tab 8.9 e il Nexus 10. È difficile creare un test definitivo in quanto ogni di questi dispositivi possiede un hardware diverso e uno schermo diverso. Lo schermo, infatti, è una delle componenti che consuma più energia.

Con le sue 14,28 ore, però, il MacBook Air resta al momento il computer che offre l’autonomia maggiore in tutto il mercato.