Piovono accuse su Pegatron, uno dei partner di Apple, per lo sfruttamento dei dipendenti

PegatronCome saprete Apple fa firmare un regolamento molto rigido ai sui fornitori per assicurarsi che non sfruttino i dipendenti e adottino tutte le norme di sicurezza. Il regolamento prevede anche delle attività di training per i dipendenti al fine di informarli sui loro diritti. Un regolamento che a quanto pare Pegatron, un partner di Apple che si occupa dell’assemblaggio dei prodotti, ha infranto.

Secondo il CLW (China Labor Watch), infatti, la società ha violato ben 15 categorie del regolamento. Infrazioni che vanno dallo sforamento delle ore di straordinario, passando per la violazione dei diritti delle donne e arrivando fino all’abuso sui dipendenti da parte dei dirigenti. Le violazioni sono state collezionate effettuando 200 interviste anonime sui dipendenti da marzo a luglio del 2013.

Pegatron possiede 100.000 dipendenti e, secondo i piani di espansione, ne assumerà altri 40.000 entro il prossimo anno. Apple ha dichiarato che avvierà subito delle indagini per comprendere se le violazioni ci sono state. La società ha qualche dubbio perché ha effettuato 15 controlli in Pegatron da 2007 non rilevando irregolarità. Le ore di lavoro, per esempio, erano in media 46 per ogni dipendente.

Il nome Pegatron è apparso in passato anche per accadimenti non molto felici. Nel dicembre del 2011, per esempio, una delle fabbriche fu colpita da un incidente e un’esplosione causò 61 feriti. L’azienda ammise nell’agosto del 2010 di aver pagato delle tangenti a Paul Shin Devine, un ex dirigente di Apple che si faceva pagare per fornire informazioni sottobanco.