Gorilla Glass punta ai portatili con i vetri NBT

Gorilla Glass NBT

Corning è una di quelle società che ogni Natale dovrebbe mandare ad Apple un cesto di doni. Dal fatturato molto piccolo e dal completo anonimato, è diventata un’azienda che fattura almeno a doppia cifra grazie all’utilizzo del Gorilla Glass nella maggior parte dei tablet e smartphone in commercio.

Steve Jobs e Jonathan Ive decisero di utilizzare questi vetri per coprire gli schemi multitouch dei primi iPhone. La resistenza ai graffi e la resistenza alle torsioni hanno permesso di costruire prodotti di alta qualità. Dopo aver conquistato il settore dei telefoni e dei tablet, l’azienda ha deciso di provare a conquistare il settore dei portatili mediante il nuovo Gorilla Glass NBT.

Il vetro per display offerto da Corning offre una resistenza tra le 8 e 10 volte maggiore ai graffi, resiste alle abrasioni e offre un alto grado di flessibilità che può diventare fondamentale nel caso in cui si dimenticano dei piccoli oggetti sulla tastiera quando si chiude il portatile.

L’uso principale di questi schermi al momento è per i computer portatili con touchscreen. Volendo, però, può essere utilizzato anche per tutti gli altri modelli.