Cose che mancano in iOS: una migliore gestione del Centro Notifiche

widget Mavericks

L’accoglienza di iOS 7, che attualmente sfiora il 60% degli oltre 700 milioni di dispositivi con iOS, è da considerarsi eccezionale. Con la dovuta prudenza mi sarei aspettato una percentuale di adozione con una crescita molto più lenta, ma dopo le titubanze dei primi giorni, quindi, la fiducia degli utenti sul nuovo sistema operativo mobile di Apple è stata molto elevata.

Mi prendo un po’ di spazio non per parlare delle sue caratteristiche, argomento già trattato in abbondanza su questo blog e altri, ma sulle cose che secondo me mancano. Tenendo fede alla filosofia di Apple, che spinge ad evitare funzioni che in realtà gli utenti non utilizzerebbero dopo qualche giorno, secondo me ci sono degli aspetti che possono essere migliorati.

Questo primo approfondimento verte sul Centro Notifiche. Con l’aggiornamento a iOS 7 questo pannello, richiamabile con il gesto dello swipe partendo dall’alto, permette di ricevere una sezione divisa in tre parti:

  • Nella prima c’è una sorta di computer di bordo che avverte l’utente delle condizioni meteo, della presenza del traffico e altre informazioni. Subito dopo segue il calendario con gli appuntamenti del giorno e poi, se abilitata, c’è la Borsa con le sue informazioni.
  • Nel secondo pannello c’è l’elenco di notifiche ricevute con la possibilità di cancellarle o entrare nell’apposita applicazione.
  • Nel terzo, chiamato Perse, appaiono le notifiche che sono apparse quando il telefono era in standby, quindi non tutte, ma solo le ultime ricevute in standby.

Partiamo da quest’ultimo pannello che personalmente reputo inutile. Visto che Apple ha deciso di togliere l’accesso diretto agli aggiornamenti degli status di Facebook e Twitter, cosa che ritenevo molto utile, sarebbe stato meglio avere il pannello Social con l’accesso diretto ai principali social network, tra cui gli stessi Facebook e Twitter. Si potrebbe avere, per esempio, l’accesso anche a LinkedIn, Flickr, Vimeo, YouTube e altri, oppure addirittura dare la possibilità di inserire l’accesso diretto alle funzioni di alcune applicazioni.

A tal proposito c’è anche un secondo aspetto che mi piacerebbe fosse migliorato: l’interattività delle notifiche. In Mavericks, il sistema operativo per Mac che dovrebbe giungere per la fine del mese, questo è già possibile. Quando si riceve una notifica da un’app a cui è possibile rispondere, per esempio un messaggio su iMessage, è possibile farlo direttamente dal Centro Notifiche, senza dover aprire l’applicazione. Perché questo in iOS non c’è?

L’interazione con delle funzioni base, immaginiamo la risposta a un messaggio diretto su Twitter o un commento su Facebook, senza dover aprire l’apposita applicazione non farebbe altro che migliorare l’esperienza utente e far risparmiare tanto tempo. Sono piccoli miglioramenti che non richiedono risorse aggiuntive, ma semplicemente un’implementazione software in iOS.

Se Apple volesse, e spero voglia per iOS 8, il Centro Notifiche potrebbe diventare molto più utile della versione attuale. Dando delle disposizioni agli sviluppatori, come delle API per l’accesso a quella sezione, si potrebbe creare una personalizzazione dei pannelli molto più efficiente della versione attuale.

Non sono d’accordo con chi desidera i widget in stile Android. In fondo se c’è una cosa su un sistema operativo, ma non su un altro, si può benissimo scegliere uno dei due. Di certo un miglioramento delle notifiche è una delle cose da affrontare in iOS.

  • Ramin

    Per non parlare di un disattiva tutte le notifiche in generale che non c’è… se serve da staccarle al volo semplicemente non puoi, devi andare dentro ogni voce e togliere singolarmente banner/notifica 😐

    • In realtà basta attivare il “non disturbare”.

      • Ramin

        E invece no… toglie solo l’audio il non disturbare, banner and co rimangono attivi e si visualizzano sullo schermo… prova con whatsapp

      • Franco

        sicuro ?
        se inserisci il non disturbare,e lasci lo schermo spento,cioè in stand-by, si riceve tutto,ma non si attiva nulla,nè lo schermo,nè i suoni,di tutto.

      • Ramin

        Avrò un iphone tarocco.. il problema però è che io non voglio ricevere le notifiche neanche a schermo acceso: capita spesso che l’iphone giri in ufficio per test.. e non mi va che mentre sta in mano a terzi mi spari a video tutte le notifiche ricevute: in questo caso un “disattiva notifiche” o “non mostrare avvisi e banner” l’avrei gradito molto.

      • Franco

        Che tra l’altro è stato anche migliorato,aggiungendo il programmato,che trovo molto utile !

      • Ramin

        Il programmato già c’era..

      • Franco

        No,non c’era,ho iPhone 5,e mai visto,è arrivato con ios7. (intendo le funzioni aggiunte a non disturbare,manuale,programmato.. )

      • Ramin
      • Franco

        Allora,si vede che mi sono dimenticato e probabile che lo inserivo manualmente,e non ci ho fatto mai caso..grazie.

  • flato

    Qualcuno mi spiega la differenza tra “tutto” e “perse”? trovo anche io superfluo “perse”, non lo uso mai. Infatti non credo debba essere sostituito con qualcos’altro, va semplicemente tolto e lasciati solo gli altri due.

    • La differenza l’ho scritta nell’articolo. Perse ti indica quelle che hai ricevuto in standby.

      • flato

        ma sbaglio o le stesse notifiche vengono visualizzate anche in tutto? è solo un modo per trovare più facilmente chiamate e messaggi persi se si hanno tante notifiche…

  • ricky

    Leggendo questo articolo mi è venuta in mente una cosa che secondo me sarebbe molto utile.
    Negli ultimi giorni ho ripreso ad utilizzare gmail come motore di posta e uso moltissimo l’app Mailbox. Sarebbe bello poter gestire le notifiche allo stesso modo in cui mailbox gestisce le mail. E quindi, se ricevo una notifica ma al momento sono impegnato e so che fra un paio d’ore avrò tempo, con uno swipe del dito poterla posticipare a più tardi, stasera, domani ecc

    • Stefano Ciccarelli

      Anche a me manca la possibilità di poter mettere in stand-by alcune o tutte le notifiche

  • Gabriele Profita

    Forse basta copiare ancora meglio da Android? 😉