Snapchat, le foto si autodistruggono con calma

Snapchat

Qualche tempo fa parlammo di Snapchat, un’applicazione per iPhone molto utile perché permette di scambiare foto e impostare, per ciascuno di queste, un tempo massimo di visualizzazione, per esempio 5 secondi, per poi vederle distrutte automaticamente.

Ideale per scambiarsi effusioni fotografiche con il partner, senza temere che le foto finiscano agli amici guardoni, oppure per comunicare qualcosa da tenere segreto, Snapchat ha subito riscontrato un grande interesse presso gli utenti, portando anche Facebook a creare qualcosa del genere con l’app Poke.

In verità, però, le foto non si cancellano così velocemente. Come ha spiegato Micah Schaffer, direttore operativo di Snapchat, le foto in realtà restano sui server della società per 24 ore e poi cancellate. Il motivo è semplice, la legge ECPA (Electronic Communications Privacy Act) obbliga a fornire questo materiale alle forze dell’ordine se richiesto.

Tecnicamente circa 12 dipendenti di Snapchat hanno accesso alle foto. Nulla di pericoloso considerando che ogni giorno arrivano circa 350 milioni di foto e controllarle tutte sarebbe impossibile. Ma fate attenzione se fotografate cose intime, quelle immagini potrebbero finire per caso sotto gli occhi dei dipendenti della società.

  • kelti Max

    Snaphack Risolve la cancellazione automatica 😉 Una volta che un bit viene spedito nulla si cancella più