Apple pubblica un documento con le richieste di accesso ai suoi dati dalla NSA

richieste NSA Apple

Il caso PRISM, dove si accusa la NSA di avere libero accesso ai server delle grandi multinazionali, ha alzato il coperchio del vaso di Pandora, gettando i riflettori anche su Apple. La società ha acconsentito all’ente di intelligence americano di accedere ai suoi dati?

Alla luce del fatto che ogni richiesta esplicita di collaborazione da parte delle autorità, in qualsiasi parte del mondo e in qualsiasi azienda, viene sempre gestita appropriatamente per evitare di diventare complici dei malviventi, bisogna sottolineare che la società ha vagliato caso per caso e non ha acconsentito il libero accesso ai suoi sistemi.

A prova di questa pratica c’è anche un documento di trasparenza pubblicato dalla società. Nel documento si legge che la NSA ha avanzato richieste per 3.542 casi in merito a 8.605 dispositivi, si queste richieste Apple ha acconsentito l’88% delle volte.

Nel documento si legge anche del dettaglio sulla’Italia: delle 60 richieste Apple ne ha approvate il 37%. Purtroppo non possiamo sapere la natura sostanziale della richiesta.

Apple, insieme ad altre aziende come Microsoft e Facebook, è entrata in un gruppo per la trasparenza.