brevetto Siri crowd

Qualche giorno fa abbiamo analizzato lo stato attuale di Siri, l’assistente digitale di Apple. Al momento questo servizio si può usare solo con Internet, inoltre in lingua italiana non è molto preciso e non gode del database di WolframAlpha come negli Stati Uniti e Gran Bretagna.

In altre parole capita che Siri non arrivi a una risposta, non comprendendo cosa vuole l’utente. Nelle migliori delle ipotesi l’assistente chiede di poter cercare su Internet. In futuro, però, quando l’assistente non conoscerà la risposta potrà saperla dall’utente.

Apple ha depositato un brevetto per collaborare a Siri partendo dal basso. Così come attualmente è possibile migliorare la comprensione dell’audio, correggendo il testo quando si parla con Siri, nello stesso modo in futuro l’utente potrà aggiungere la risposta alle domande di cui non si riceve risposta.

La funzione sarà aggiunta probabilmente con iOS 8.

Apple ha depositato un brevetto per sviluppare un sistema innovativo che consentirà agli utenti di contribuire ai contenuti di Siri. Questo permetterà di migliorare la precisione delle risposte, specialmente nella lingua italiana, che attualmente non beneficia del database di WolframAlpha come negli Stati Uniti e in Gran Bretagna. Con questo nuovo sistema, quando Siri non riuscirà a fornire una risposta, l’assistente potrà chiedere agli utenti di fornire la soluzione, arricchendo così le sue conoscenze. Si prevede che questa funzionalità verrà introdotta con iOS 8.

Leave a comment

Cosa ne pensi?