Shi Zhaokun, il 15enne morto in una fabbrica di Pegatron

fabbrica PegatronLa società Pegatron, presente nell’elenco dei partner di Apple, è al centro della bufera. Negli ultimi mesi sono morti 5 giovani dipendenti, di cui uno aveva 15 anni. Per le leggi cinesi l’età minima per lavorare in una fabbrica è 16 anni, quindi il giovane era stato chiaramente assunto illegalmente.

Shi Zhaokun lavorava duramente nella fabbrica impiegata per assemblare gli iPhone 5C. Secondo un portavoce della società, Shi aveva presentato una carta di identità falsa in cui riportava di avere 20 anni. Ricordiamo che le assunzioni in Cina avvengono molto velocemente: si passa una carta di identità elettronica in uno scanner, si firma un documento e la storia finisce lì in pochi minuti.

La morte del giovane risale ad ottobre, ma è emersa solo oggi. Secondo i genitori Shi lavorava 12 ore al giorno per 6 giorni alla settimana. Un totale di 72 ore settimanali, dove il limite massimo consentito dalla legge, straordinari inclusi, è di 60 ore.

Ora Pegatron, che in passato non ha mai brillato per trasparenza e onestà, è sotto inchiesta. Apple cosa farà? Abbandonerà il partner o cercherà di portarlo sulla retta via?

Alcune info tratte da: smh