Apple pone agli azionisti la proposta di Icahn ma suggerisce di votare contro

Carl Icahn

Abbiamo parlato a fondo di Carl Icahn, un investitore che ha comprato grosse quote di Apple, e della sua proposta di acquisto di azioni proprie. Icahn voleva un piano da 150 miliardi di dollari per il riacquisto di azioni Apple perché è sicuro che il valore di queste aumenterà in futuro.

La sua proposta è stata di recente ridimensionata a 50 miliardi di dollari in aggiunta al piano di Apple attualmente in corso. La società, infatti, ha autorizzato un piano di riacquisto di azioni proprie da 60 miliardi di dollari, di cui 23 miliardi già andati a buon fine nel 2013, grazie ad un prestito obbligazionario da 17 miliardi di dollari.

Tim Cook disse ad Icahn che avrebbe pensato alla sua proposta e, infatti, la porrà agli azionisti il prossimo 23 febbraio, quando ci sarà l’assemblea. Nel documento presentato alla SEC, però, la società suggerisce di votare contro all’aumento del piano, perché è convinta che 60 miliardi di riacquisto azioni sia più che sufficiente.

Ora Icahn dovrà convincere diversi azionisti per ricevere appoggio durante l’assemblea. Chi vincerà, Tim Cook o Carl Icahn?

Alcune info tratte da: sec