DROPOUTJEEP, il software usato dalla NSA per spiare gli iPhone

PRISM

Qualche settimana fa pubblicai un sondaggio chiedendo agli utenti se fossero preoccupati dalla NSA, il servizio di intelligence americano, e del possibile accesso senza autorizzazione negli iPhone. Un sondaggio preso sotto gamba, che adesso ha dei riscontri concreti.

Jacob Appelbaum, ricercatore presso la University of Washington e membro del progetto Tor, ha pubblicato un report con il giornale tedesco Der Spiegel. Il report dimostrerebbe la presenza di un software, che si chiama DROPOUTJEEP, utilizzato dalla NSA per entrare negli iPhone.

L’accesso senza autorizzazione usa una backdoor, vale a dire una falla nella sicurezza, che permette di ricevere la localizzazione di un utente, di leggere i suoi contatti, gli SMS e, addirittura, attivare a distanza la fotocamera e il microfono.

Ogni dispositivo di Apple, quindi, si può trasformare in una microspia da usare all’occorrenza.

Apple ha comunicato, per mezzo di AllThingsD, che non ha mai collaborato con la NSA per fornire una backdoor ed era all’oscuro della sua presenza. La società, continua, lavorerà sempre per fornire il massimo livello di sicurezza agli utenti.

  • SaintJust

    I soliti yanqui demierda!!!!!!

  • SaintJust

    I soliti yanqui demierda!!!!!!

  • dataghoul

    Oh, finalmente ho capito perché mi è sparita dall’iPhone la ricetta della “cassoeula”…
    Maledetta NSA!
    😀