Su GitHub appare il tool per hackerare iCloud che fa paura alle pulci

iDict

Vi riporto questa notizia perché sono certo che i media cavalcheranno l’onda, per generare qualche click. Su GitHub è apparso uno strumento che hackera gli account di iCloud. Tutto molto pericoloso, brutale e pauroso, se non fosse che si tratta di un petardo di poco conto.

In pratica questo strumento ha di pericoloso solo il fatto che riesce a provare ad inserire la password più volte, senza essere bloccato da Apple. Ma non ruba la password dell’utente, bensì prova a mettere 500 parole di accesso più comuni sperando che l’utente sia stato così ingenuo da aver usato una di queste parole.

Se avete usato “123456” o “password” o “1password2” allora ve la siete cercata. Se poi non avete attivato l’autenticazione a doppio fattore ancora peggio. Chi ha una password complessa non ha nulla da temere. Ci vogliono milioni di prove per trovare la combinazione adatta.

In pratica questo potente strumento hacker in fin dei conti è un programmino abbastanza stupido e rumoroso.