TestFlight Groups, la nuova funzione per gestire meglio le beta delle app

TestFlight

Lo scorso anno, proprio nel mese di febbraio, Apple acquistò una startup che si chiamava Bursty. Questa società aveva costruito un software per gestire i test effettuati sulle versioni beta delle applicazioni.

Una volta sviluppata l’idea, l’app TestFlight è apparsa nell’App Store e ora è utilizzata da molti sviluppatori. L’app consente di eliminare il problema precedente: la creazione di versioni ad hoc basate sul codice UDID del telefono. In questo modo mandare le beta delle app e gestire i feedback diventa molto più sicuro, semplice e veloce.

A tal proposito la società ha integrato una nuova funzione: TestFlight Groups, per gestire velocemente le beta di gruppi di beta tester. In pratica, anziché mandare le nuove versioni ad ogni singola persona, ora è possibile creare dei gruppi per far testare loro una specifica versione dell’app e ottenere feedback.