Il giudice Koh accetta i 415 milioni per terminare la class action dei dipendenti

dipendenti_Apple

Il caso dei dipendenti della Silicon Valley sembra vedere la luce in fondo al tunnel. Se ricordate, alcuni dipendenti avevano attivato una grande class action contro delle imprese, tra cui Apple, perché c’era stato un cartello.

Apple, Google, Adobe e Intel si erano messi d’accordo per non assumere dipendenti a vicenda, al fine di evitare la pratica dell’aumento di stipendio e bonus per convincere le figure chiave al passaggio di carriera. Una pratica che ha tenuto gli stipendi bassi.

Dopo una proposta iniziale di 324,5 milioni di dollari in risarcimenti, rifiutata dal giudice Lucy Koh perché ritenuta troppo bassa, le aziende hanno alzato la soglia a 415 milioni di dollari.

Una cifra ben sopra la richiesta del giudice, che aveva chiesto almeno 380 milioni. I dipendenti, quindi, dovrebbero ricevere il loro assegno entro il prossimo anno. La class action vedrà il suo verdetto ufficiale il prossimo 9 luglio.