Apple Pay è più usato sull’Apple Watch che dall’iPhone

Apple Watch Apple Pay

Tempo fa, parlando con un responsabile di una banca, mi venne detto “che senso ha estrarre l’iPhone dalla tasca per pagare, visto che quel gesto lo si fa già con il portafogli?”. La domanda è pertinente, perché indica che l’esperienza d’uso dei pagamento, tra contante ed elettronico, è la stessa, anche se cambia il supporto.

In effetti ad avvalorare questo pensiero giunge un’analisi di mercato fatta da Wristly. L’analisi è stata effettuata su 1.000 persone tra gli Stati Uniti e la Gran Bretagna. Dall’indagine si evince che il 79% degli utenti preferisce fare pagamenti con Apple Pay usando l’Apple Watch. Solo il 9% lo fa con l’iPhone.

Pagare mediante un dispositivo che si ha sul polso è molto più semplice e veloce, rispetto all’estrazione dell’iPhone dalla tasca. Un aspetto che non va trascurato e che potrebbe trainare le vendite dello smartwatch.

L’81% degli intervistati ha dichiarato di usare Apple Pay tutti i giorni, soprattutto per prendere il caffè da Starbucks (60%). Il 29% ha dichiarato di usare Apple Pay per fare gli acquisti on line. Il 4% degli intervistati ha dichiarato che Apple Pay non è utile come sistema.