Apple aggiorna la pagina sulla privacy in italiano

Apple Privacy

Voi leggete tutti quei testi scritti in piccolo prima di usare dei servizi? Scommetto di no. Lì potrebbe esserci qualsiasi cosa. Inoltre quando si aggiornano questi regolamenti bisognerebbe vedere cosa è stato modificato e dove. Insomma, una grande scocciatura.

Fortunatamente Apple pone più trasparenza e meno noie. Di recente ha tradotto tutto il sito sulla privacy in italiano e ha posto, in modo chiaro e sintetico, le linee guida della sua politica sulla privacy.

Il 17 settembre 2014, dice il sito, c’è stato un aggiornamento del regolamento. Le modifiche sono state riassunte in poche righe evitando il legalese. Così tutti possono comprendere cosa è stato cambiato e per quale motivo.

Tim Cook ieri ha anche rilasciato un’intervista alla NPR, confermando ancora una volta il grande impegno della società nel difendere la privacy. Cook ha anche assicurato che non esiste nessuna backdoor nei suoi servizi, vale a dire un modo per entrare nei dati da dare al governo.

Se creiamo una backdoor potrebbe essere trovata dai cattivi ed usata per arrecare danni.

Ha dichiarato Cook, consapevole del fatto che aziende private si attiverebbero subito per vendere il segreto al miglior offerente. Di recente una società ha offerto 1 milione di dollari a chi trovasse una backdoor in iOS 9.