Apple vuole trovare una soluzione al roaming dati della telefonia

Eddy Cue e Jimmy Iovine

Non è molto bello acquistare un pacchetto di dati nel proprio smartphone e sapere che, una volta superato il confine nazionale, quei dati non sono più utilizzabili. È un po’ come comprare della benzina e sapere che superato il confine bisogna comprare altro carburante.

In fondo il traffico dati è proprio il carburante degli smartphone. Senza diventano degli oggetti un po’ inutili. Per questo motivo Apple sta cercando di trovare una soluzione. Lo ha dichiarato Eddy Cue – capo dei servizi di Apple – in un’intervista al London Evening Standard.

La società vuole un sistema per abbattere il problema del traffico dati in roaming, ma nello stesso tempo evitare che le compagnie telefoniche ne paghino le conseguenze. Forse una di queste soluzioni è l’Apple SIM card, che consente di avere dei pacchetti di dati da usare in 90 paesi diversi. Pacchetti che sono ancora costosi.

Intanto in Europa, se le cose andranno per il verso giusto, entro il 2017 avremo la fine del roaming nei paesi dell’Unione Europea. Il proprio abbonamento potrà essere usato quando ci rechiamo in altre nazioni.

  • Roby74

    La soluzione per il roaming dati si chiama ChatSim. È una sim dati che permette di chattare senza limiti in 150 paesi del mondo, per soli 10 euro all’anno e senza pagare costi extra. Per chi viaggia molto e non vuole rinunciare alla libertà di tenersi in contatto dovunque e in qualsiasi momento è perfetta!