Un account Twitter aiuta per i dubbi di Apple Music

Apple Music Help

Secondo delle recenti statistiche, effettuate con una stima e non sui dati reali, solo un quinto degli utenti iscritti ad Apple Music ha un account a pagamento. Questo non è certo un risultato soddisfacente, segno che la società nel campo dello streaming musicale debba fare ancora molto.

Apple Music è un progetto interessante, ma sembra quasi costruito su una nicchia di utenti, soprattutto gli amanti della musica rap. La società sta, quindi, attuando una serie di migliorie per rendere il servizio più appetibile.

Oltre alla cospicua campagna marketing, il coinvolgimento degli artisti e l’uso dei social network, la società sta cercando di “educare” gli utenti al servizio, anziché rendere la piattaforma più user friendly.

Dopo aver pubblicato una serie di video che spiegano come usare Apple Music, la società ha attivato un account su Twitter, chiamato Apple Music Help, dove ricevere dei trucchi, consigli o segnalare dei dubbi.

  • Fabio

    La mia opinione? Fa defecare… In 3 mesi di test, la sincronizzazione tra i vari dispositivi si è sempre comportata male. Le funzionalità Offline hanno dato costantemente problemi, facendomi trovare playlist vuote. Senza contare, che l’aiuto tra le possibili preferenze musicali, sono pessime. La qualità audio? Pessima anch’essa, ho perfino potuto udire dei “salti” durante la riproduzione dei brani, proprio come succedeva con i vecchi lettori CD portatili. Sono tornato in Deezer, servizio impeccabile, soprattutto conosce e comprende gusti musicali e sa offrire giusti consigli.