Migliorano i dati sul comportamento dei partner di Apple

dipendenti partner Apple

Apple è una delle poche aziende al mondo che offre informazioni trasparenti sui rapporti con i suoi fornitori. La società non solo seleziona con cura con chi lavorare, ma si accerta che tutte le aziende partner rispettino degli standard molto precisi.

A tal proposito, nel sito ufficiale, la società ha pubblicato il report riguardante il 2015. Un report che prende in considerazione punti fondamentali, come il rispetto delle ore settimanali di lavoro, l’eliminazione del lavoro minorile, la formazione del personale, l’utilizzo di materiali non estratti in zone di guerra e il rispetto dell’ambiente.

Fortunatamente i dati sono confortanti. Apple in pratica lavora con aziende che non usano manovalanza minorile. Nei casi scoperti dalla società, mediante le sue indagini, il lavoratore è stato pagato per tornare con la sua famiglia e sono stati pagati gli studi obbligatori.

Inoltre la società ha raggiunto il 100% di sicurezza per l’uso di materie prime estratte da zone prive di conflitti e guerre. Migliora anche la percentuale del rispetto delle ore massime settimanali. Nel 2015 il 97% delle aziende hanno rispettato il limite delle 60 ore, con un incremento del rispetto delle norme del 5% rispetto al 2014.

Nel 2008 ad oggi l’azienda ha coperto con 25,6 milioni di dollari gli straordinari non pagati dai partner, di cui 4,7 milioni nel 2015.

Dal lato ambiente, dal 2008 ad oggi, i partner di Apple hanno riciclato 73.000 tonnellate di materiali, recuperato 3,8 trilioni di galloni d’acqua e ridotto le emissioni di 13.800 tonnellate di CO2. Trovate altre informazioni nel sito della società.

Cosa ne pensi?