Un manager di Foxconn ha rubato 5.700 iPhone negli ultimi anni

impianto Foxconn

La Cina sta vivendo il suo rinascimento. Da popolazione pressoché relegata ai raccolti, ora è tra le maggiori potenze mondiali nella fabbricazione e assemblaggio di componenti. Questo ha portato tante persone ad arricchirsi velocemente.

Le invide, il desiderio di affermarsi e le amicizie facoltose portano le persone a prendere le decisioni sbagliate. Come è accaduto a Tsai, un manager senior di Foxconn. Tra il 2013 e il 2014, il manager ha sfilato ben 5.700 iPhone dalla linea di produzione approfittando della fiducia che l’azienda gli aveva affidato.

Tsai aveva istruito 8 operai in uno schema che gli ha fruttato ben 1,56 milioni di dollari. Durante i mesi dell’operazione, i dipendenti riportavano che i telefoni erano andati rotti durante il processo di assemblaggio, contando sull’avallo del manager che doveva vegliare proprio su quelle operazioni.

Ora l’uomo rischia fino a 10 anni di prigione. Nel 2014 altri dipendenti furono scoperti a rubare cose di Apple. Quella volta erano singoli componenti che portarono ad un giro d’affari di 5 milioni di dollari.

Cosa ne pensi?