Samsung starebbe per chiudere le fabbriche dei processori dopo aver perso Apple

Le cose non si mettono molto bene per Samsung. La società coreana opera su molti settori, ma quello degli smartphone e dei processori non funzionano molto bene. Da un lato abbiamo la perdita di miliardi di dollari per la débâcle del Note 7, dall’altro Apple preferisce acquistare i processori da TSMC.

Come racconta Business Korea, infatti, Apple avrebbe deciso di abbandonare Samsung quale fornitore di processori per iPhone e iPad, tanto da non aver rinnovato la commessa per produrre i chip A11. Se ciò dovesse essere confermato, dice Samsung, sarà costretta a chiudere le fonderie che si occupano di realizzare i processori.

Apple, infatti, è il suo cliente più grande e le fonderie non possono essere finanziate dal volume di affari degli altri clienti. La società, però, dovrebbe salvare il team che si occupa della progettazione dei chip.

In pratica Samsung dovrebbe funziona ancora per la progettazione dei processori, visto che ha ottenuto ordini, a tal proposito, da Qualcomm e da altri produttori di telefoni Android. Anche Tesla sembra interessata ai chip di Samsung per le auto a guida autonoma.