Un Apple I modificato va all’asta da Christie’s (aggiornato)

Apple I

A quanto pare gli Apple I continuano ad uscire fuori come funghi. Da quando le quotazioni hanno raggiunto cifre a 5 zeri, si è attivata una caccia al ritrovamento delle unità in cantine, soffitte e scatoloni.

Il prossimo 15 giugno, per esempio, sarà battuta all’asta la vendita di un’altra unità presso Christie’s al Rockefeller Center di New York. L’unità in questione è un po’ particolare perché è stata modificata rispetto all’originale.

Nello specifico il computer è segnalato come funzionante, ma ha un case in metallo fatto realizzare, molto probabilmente, dall’acquirente. Inoltre questa unità ha una memoria RAM da 12 kilobyte, pari a 3 volte la capienza della RAM base, ed è stata aggiunta una memoria 1702 EPROM per velocizzare l’avvio.

Per questo motivo Christie’s dichiara che il valore si aggira tra i 300.000 e i 500.000 dollari. Al momento la somma più alta raggiunta per un Apple I è stata di 905.000 $ nel 2014.

Sappiano, però, che l’ultima asta non è stata un granché. Lo scorso marzo un Apple I arrivò ad “appena” 110.000 € in Germania. Apple realizzò in totale 200 unità di questo computer, ma attualmente si stima ne siano sopravvissute una settantina.

Aggiornamento: l’asta si è conclusa per 355.500 dollari.

Cosa ne pensi?