La tecnica del cavallo di ritorno è forse famosa in tutta Italia. Un malfattore ruba qualcosa, di solito un’auto, e anziché smontarla o venderla, tenta di farla riavere al legittimo proprietario se questi paga una lauta mancia. Un pizzo praticamente.

Una tecnica simile è stata usata da alcuni hacker nei confronti di alcuni utenti di Apple. Come rivela Macrumors, gli hacker in possesso di nome utente e password dell’Apple ID, riescono ad usare il Find my iPhone per bloccare un Mac a distanza. A quanto pare questo sistema non richiede la doppia autenticazione.

L’utente, quindi, trova il Mac bloccato e la richiesta di pagare una somma, circa 50 $, utilizzando i Bitcoin. In questo modo riceverà il codice per sbloccare il Mac. A questo punto mi chiedo se entrare nel proprio account e sbloccare il Mac dal proprio pannello non sia la strada più sensata, ma forse c’è qualche passaggio che mi sfugge.

Il consiglio è avere sempre la doppia autenticazione attiva e il codice di recupero delle credenziali salvato in un luogo sicuro. Inoltre non sarebbe male cambiare la password periodicamente per scongiurare possibili furti di password.

Leave a comment

Cosa ne pensi?