Ancora voci sull’arrivo del processore ARM di Apple per i Mac

processore S1

Come abbiamo visto con gli iPhone e gli iPad, soprattutto con il recente chip A11 Bionic, Apple sa ottimizzare molto bene le risorse. L’ultima generazione, per esempio, riesce a stracciare qualsiasi recente smartphone nella gara di velocità di calcolo.

Di recente la società ha anche lavorato e ottenuto la sua GPU. In questo modo il motore grafico dei dispositivi è ottimizzato per Metal 2. E se questo accadesse anche nei Mac? Da anni, infatti, si vocifera di un possibile interessamento della società per un processore per computer.

Secondo recenti voci di corridoio, Apple starebbe lavorando ad un processore ARM per MacBook, un chip per il modem per iPhone (e abbandonare così Qualcomm) e un chip che si occupi del multitouch, il sensore biometrico e l’uso del display.

La società starebbe anche assumendo ingegneri da Novatek e AU Optronics. Secondo un esperto del settore, per arrivare ad un chip ARM di Apple, bisognerebbe avere una squadra di almeno 1.000 ingegneri e lavorare al progetto per un paio di anni.

Voci di un processore di Apple per i Mac si rincorrono ormai da qualche anno. Se Apple ottimizzasse il chip come ha fatto per gli iPhone e iPad ci sarebbero numerosi benefici in termini di prestazioni e autonomia della batteria.

Cosa ne pensi?