Slow Sync, il nuovo modo di gestire il flash negli iPhone 8 e X

Slow Sync flash

Non uso molto il flash dell’iPhone per scattare delle foto. La fotocamera con focale da 1.8 offre abbastanza luce da consentirmi di scattare buone foto. In alcune occasioni, quando la luce è veramente poca, bisognerebbe utilizzarlo, altrimenti si rischia di avere troppo rumore di fondo.

Il problema è che quando scatto una foto con il flash dell’iPhone, il risultato di solito vede il soggetto pieno di luce e tutto intorno buio. L’immagine ottenuta non è un granchè. Con gli iPhone 8 e X, però, Apple ha integrato un sistema per risolvere il problema: lo slow sync del flash.

In pratica quando si scatta la foto il flash non si accende solo per la frazione di secondo dello scatto, ma resta acceso anche un attimo prima e un attimo dopo. Questo consente di illuminare una foto con varie profondità di campo. Il processore si occupa di mescolare queste immagini, ottenendo uno scatto unico con tutta la scena ben illuminata.

Il risultato è nettamente diverso rispetto a quello ottenuto dagli iPhone di generazioni precedenti. Anziché avere un soggetto super illuminato e tutto intorno buio, si ottiene una scena ben illuminata nella sua interezza.

Cosa ne pensi?