L’iMac Pro potrebbe avere il supporto della SIM virtuale

iMac Pro

Mancano poche settimane all’arrivo dell’iMac Pro. Questo computer desktop dedicato ai professionisti, che Apple ha promesso per la fine dell’anno, potrà essere usato per i calcoli complessi e i lavori di grafica avanzati.

Oltre alle caratteristiche tecniche, che sono ufficiali, stanno arrivando una serie di informazioni che, al momento, non hanno ancora un fondamento. Per esempio qualche giorno fa alcuni sviluppatori hanno trovato tracce dell’uso di un processore A10.

Non si tratta del processore ufficiale, ovviamente, ma di un chip che sarà dedicato ad alcuni tipi di operazioni, per esempio per gestire il comando “Hey Siri”. Inoltre oggi arrivano indiscrezioni sulla presenza di una SIM virtuale come è accaduto nei recenti Apple Watch serie 3.

Secondo il blog PikerAlpha, che aveva anticipato correttamente le caratteristiche tecniche dell’iMac Pro, ci sarà una SIM virtuale utilizzata per ritrovare il computer in caso di furto. Il sistema Find My Mac attuale, infatti, utilizza la rete WiFi per ritrovare un computer. Quindi se questi non è collegato alla rete non viene rilevato.

L’eSIM dovrebbe essere usata per consentire ad un modulo GPS di comunicare l’esatta posizione dell’iMac Pro, anche se questi non è collegato alla rete. Staremo a vedere se l’indiscrezione è corretta.