Quali sono le differenze tra HomePod e l’iPod Hi-Fi? Schiller le spiega

iPod Hi-Fi

Dal prossimo 9 febbraio, in alcuni mercati selezionati, sarà possibile comprare l’HomePod. Questo speaker, però, non è il primo in assoluto realizzato da Apple. Nel febbraio del 2006, infatti, la società lanciò sul mercato l’iPod Hi-Fi.

Si trattava di uno speaker alimentato da 6 batterie D-cell e gestito a distanza da un telecomando dedicato. Munito di un dock per l’iPod, consentiva di erogare la musica presente nel proprio player musicale. Il prezzo per l’Italia era di 379 €. Molto vicino a quello previsto per l’HomePod: 349 $. Ma quali sono le differenze?

Le spiega Phil Schiller, capo del marketing di Apple, durante un’intervista a Sound&Vision. L’HomePod è migliore dell’iPod Hi-Fi perchè è frutto delle recenti tecnologie in ambito di machine learning, riduzione del rumore ambientale e modellamento acustico dinamico.

HomePod, inoltre, può essere gestito con la voce che è collegato a Siri. L’assistente di Apple, utilizzato da mezzo miliardo di persone, macina 2 miliardi di richieste ogni settimana.

I due speaker hanno 11 anni di distanza l’uno dell’altro. In questo tempo, ha dichiarato Schiller, è stato possibile inserire ben 7 altoparlanti direzionali amplificati singolarmente. Il che rende il suono molto più chiaro e pulito.

Cosa ne pensi?