Axl Rose: Tim Cook è il Donal Trump della musica

Axl Rose

Ci sono alcune frasi abbastanza opache: non si comprende se siano offese o complimenti. Per esempio se io dessi a qualcuno del “Pippo Baudo”, vorrei dargli dell’anziano signore o vorrei indicarlo come un grande esperto del settore televisivo?

Con lo stesso principio Axl Rose, leader dei Guns N’ Roses, ha dato del Donal Trump a Tim Cook. Probabilmente per Donald Trump si tratta di uno dei massimi complimenti, ma per Tim Cook la questione appare un po’ ambigua.

Il presidente degli Stati Uniti è considerato da molti un idiota, per altri un genio, sta di fatto che per gli intellettuali la frase ha raggiunto il verdetto unanime di offesa. Quindi Axl Rose ha offeso Tim Cook dandogli del Donal Trump.

Alla base della frase, apparsa su Twitter, non ci sono spiegazioni ufficiali. Cook sarebbe alla base di un sistema di distribuzione dei compensi molto bassi agli artisti, in tutta l’industria dello streaming musicale.

Di certo Apple Music non è leader del mercato e Tim Cook non gestisce l’industria musicale mondiale, quindi lo sfogo di Axl appare alquanto esagerato. Forse anche lui è un po’ Donald Trump.

Cosa ne pensi?