La carica ad induzione porta ad un invecchiamento veloce della batteria?

AirPower

C’era un tempo dove la carica del telefonino richiedeva dei cicli di carica e di scarica, per evitare che vi fossero delle celle morte mai utilizzate. Fortunatamente questo con le batterie al litio non è necessario, anzi, è suggerito di caricare anche a batteria non completamente scarica.

Ma non dimentichiamoci mai che dei cicli di carica completi portano ad un aumento del contatore del numero dei cicli della batteria. Attualmente gli iPhone supportano almeno 500 cicli di carica completa, con performance intorno all’80% della batteria nuova dopo quella cifra.

Adrian di ZDNet, però, si è accorto di una cosa. Il suo iPhone 6 Plus è arrivato a 800 cicli di ricarica in circa 4 anni. Il suo iPhone 8 è stato caricato per 135 cicli per i primi 6 mesi. Se il tasso di cicli resterà costante, raggiungerà i 500 cicli dopo circa 20 mesi, mentre il 6 Plus ha raggiunto quella cifra dopo 36 mesi.

Al centro della questione c’è la carica ad induzione. Usare e caricare l’iPhone più volte durante la giornata aumenterebbe i numeri di cicli con un tasso maggiore. In pratica nello stesso periodo di tempo si arriva ad un numero di cicli maggiore e questo farebbe regredire la batteria più velocemente.

Empiricamente non sappiamo se la carica ad induzione deperisce più velocemente la batteria. Adrian ha deciso di non usare più la carica ad induzione. Speriamo di ricevere dati scientifici presto.

Cosa ne pensi?