Apple dice basta alle app che condividono i dati sulla posizione

App Store iOS 11

Sono in arrivo delle novità per gli sviluppatori iOS, e di rimando per gli utenti che scaricheranno le app. In vista del WWDC 2018, ormai alle porte, iniziano ad arrivare i primi segni di cambiamento per le app.

Una delle novità riguarda l’uso esclusivo della SDK per iOS 11 nella realizzazione delle app. Chi utilizzerà SDK precedenti, per comodità o perchè non vuole imparare le novità di SWIFT, rischia di vedersi l’app non approvata.

Un altro motivo di non approvazione delle app è l’assenza del supporto per iPhone X. La precedente scadenza di aprile è stata spostata a luglio. Tutte le nuove app per iOS dovranno supportare la risoluzione dell’iPhone X, altrimenti non saranno approvate nell’App Store. Ovviamente a meno che queste non siano disegnate esclusivamente per iPad.

L’ultima novità riguarda la geolocalizzazione. Visto che è in vigore una nuova normativa europea sulla privacy, le app che trasmettono le informazioni sulla posizione dell’utente a terze parti dovranno ricevere un’approvazione specifica.

L’utente dovrà essere informato se questo accade. Le app che non prevedono la gestione dei permessi non saranno approvate.

Cosa ne pensi?