Samsung ha copiato da Apple, ora quanto le deve?

Samsung S6

C’è sempre stato un rapporto di amore e odio tra Apple e Samsung. Da un alto l’azienda coreana offre dei componenti necessari per la costruzione dei dispositivi, dall’altro copia i prodotti di Apple defraudandone il lavoro.

Non lo dico io, ma il tribunale californiano dove Apple ha attivato la causa alla rivale. Al centro della questione ci sono alcuni brevetti della Mela, usati da Samsung per recuperare nel terreno nel settore degli smartphone.

La causa va avanti dal 2012 e dopo una serie di verdetti, tra cui l’ultimo presso la Corte Suprema, la società coreana è stata condannata a pagare perché la copia c’è stata. Ma quanto deve pagare? La Corte Suprema aveva quantificato a 120 milioni di dollari una parte del danno, ma c’è da quantificare il resto.

Per avere un calcolo preciso, la società di Cupertino sta chiamando sul tavolo degli imputati alcune persone, tra cui molti manager esecutivi. La linea comune spinge a spiegare che il design è uno dei vantaggi strategici dell’azienda.

Per ottenere i prodotti si investe molto in ricerca e sviluppo. Samsung, copiando il design e alcuni brevetti, ha risparmiato molto denaro in ricerca, recuperando velocemente un vantaggio competitivo guadagnato con tempo e denaro.

Per questo motivo la società ha chiesto di ripristinare la richiesta iniziale, che ammontava a circa 1 miliardo di dollari. Al termine delle testimonianze arriverà il verdetto finale e la quantificazione monetaria del danno.

Cosa ne pensi?