Tweetbot per Mac arriva alla versione 3 con una nuova grafica

Tweetbot 3

Utilizzo Twitter da quando è nato. Nella ricerca di monetizzare, la società sta facendo una serie di scelte sbagliate. Una di questa vede la monetizzazione delle API e la riduzione dei servizi accessibili agli sviluppatori.

Il ragionamento di base è semplice: sulle app ufficiali passa la pubblicità del social network, nelle app di terzi no. Quindi visto che non ci guadagnano, devono far pagare qualcuno. Quel qualcuno siamo noi.

Tweetbot, infatti, ha deciso che in vista delle nuove API è meglio monetizzare. La società ha realizzato la versione 3 del client per Mac che costa 10,99 €. Se avete la vecchia versione dovrete comprare la nuova se volete i nuovi elementi.

Tra questi ci sono le anteprime live di GIF e video, il tema dark, i filtri e la nuova grafica. Quest’ultima personalmente non mi è piaciuta. A differenza della versione 2, dove gli elementi erano meglio integrati, nella nuova versione 3 è tutto molto confusionario.

Nelle colonne appaiono troppi pulsanti e la palette di colori è insufficiente a creare coerenza. Personalmente trovo la nuova grafica così carente da decidere di tornare alla vecchia versione.

Probabilmente quando le nuove API di Twitter entreranno in azione, vale a dire dal 16 agosto, la versione 2 non funzionerà neanche più. Prima di allora spero che Tapbots si renda conto degli errori di progettazione della versione 3.

Intanto se non mi credete e la volete comunque, la trovate nel Mac App Store dove pesa 5,5 MB.

Cosa ne pensi?