La città di Cupertino cerca di monetizzare di dipendenti di Apple con una tassa

Apple Park

Avere grandi aziende in città è sicuramente una delle grandi ambizioni di un sindaco. Le aziende danno lavoro, pagano le tasse e a volte si occupano anche di attività benefiche, come parchi pubblici e beneficenza. Ma a volte non basta e si prova a tassarli un po’ di più.

Il sindaco di Cupertino, per esempio, sta pensando se introdurre una tassa che è già stata applicata in altre città, soprattutto dove sono presenti grandi colossi. Si tratta di tassare le aziende per ogni singolo dipendente.

Nella città di Mountain View si applica da un po’ e Google paga 5,3 milioni di dollari l’anno. Anche la città di Seattle la applica e Amazon paga 275 $ per ogni dipendente. La città ottiene 20 milioni di dollari in totale.

Apple a Cupertino ha 25.000 dipendenti disseminati in vari edifici, tra cui il nuovo e vecchio Campus. Nel 2016 l’ex sindaco Barry Chang provò ad applicare questa legge chiedendo ben 1.000 $ per ogni dipendente, ma la richiesta fu bocciata dal Consiglio cittadino.

Riusciranno a farla approvare questa volta?

Cosa ne pensi?