theChallenge: chi è Vinz Aceto

Vinz Aceto

Incontrammo Vinz Aceto tre mesi fa. All’epoca ci fu una puntata di “Un caffè con Kiro” dove presentammo il progetto Waller: un Wallet per Bitcoin. Quel progetto divenne open-source su GitHub, ma nel frattempo la mia strada e quella di Vinz Aceto si sono unite di nuovo.

Vinz, infatti, è nel progetto theChallenge con il team dei single(TEN). Insieme stiamo studiano un’app che andrà a finire nell’App Store entro la fine di giugno. Ecco cosa ci siamo detti.

Ciao Vinz, se dovessi descriverti ad una persona che mi ha chiesto di te, cosa dovrei dirle in 60 secondi?

Ciao sono Vincenzo Aceto, per gli amici Vinz, 28 anni, metà italiano e metà canadese, nato con le mani sulla tastiera. Amo tutto ciò che va a bit. Nel tempo che mi rimane, sono un mobile developer senza una bandiera: sviluppo Android, iOS e Xamarin senza preferenza. 

Come mai hai deciso di fare l’Apple Developer Academy?

Penso che uno sviluppatore mobile debba conoscere tutte le piattaforme in commercio per avere un background completo. Io nasco come sviluppatore Android ed ho deciso di fare l'Apple Developer Academy in modo da poter completare il mio skillset. (un segreto: sono po' fanboy Apple. shhhhhh).

Quali sono le differenze tra chi eri prima dell’Academy e chi sei adesso?

Principalmente ho modificato il mio modo di relazionarmi in team. Le mie conoscenze pregresse mi hanno guidato e mi hanno permesso anche di aiutare i vari gruppi con cui ho lavorato in varie situazioni. Sono molto più consapevole delle mie conoscenze. 

Mi dai brevemente le tue impressioni su questa esperienza?

Personalmente è un'esperienza molto stimolante, soprattutto per coloro i quali non hanno mai lavorato in questo ambito. Ciò che più si impara qui è il team working: se vuoi raggiungere un obbiettivo comune devi collaborare con chi ti sta affianco, sostenendolo e cercando di imparare il più possibile. L'orgoglio non ti porta da nessuna parte.

Cosa speri di fare una volta uscito dall’Academy?

Uscito dall'Academy ritornerò al mio lavoro di sviluppatore, carico di una nuova energia da spendere nei nuovi progetti che arriveranno. Nel futuro chissà…

Se ti dessi uno specchio magico dove potresti vederti tra 10 anni, cosa vedresti?

Mi vedrei bene con un cocktail in mano su una spiaggia di qualche isola tropicale in completo relax…non male vero? Scherzi a parte. Adoro il mondo della tecnologia e mi piacerebbe continuare a lavorare in questo campo. Chissà cosa ci riserverà la tecnologia tra 10 anni: probabilmente non ci saranno più gli smartphone, comunicheremo tramite onde cerebrali e viaggeremo con il teletrasporto…buh chi lo sa…di sicuro ci sarò io a programmare qualche strano congegno.

C’è una domanda che ai colloqui fanno sempre: dicci un tuo difetto. Tu quale diresti?

Sono capatosta! Questo è il mio più grande difetto e forse anche un mio pregio. Se mi prefisso qualcosa, potrei non dormirci la notte a costo di realizzare il mio intendo. Quindi come consiglio, non contradditemi a ridosso delle deadline

Qual è il tuo compito in theChallenge?

Viste le mie esperienze precedenti, cercherò di coordinare tutto il gruppo di coding in modo da agevolare lo sviluppo del nostro progetto. In oltre mi occuperò della parte backend. Per me sarà un challenge nella challenge perché non ho mai sviluppato un backend in SWIFT. Ma farò di tutto per aiutare i miei colleghi in ogni modo.

Se una persona volesse contattarti, come potrebbe fare?

Il mio primo contatto è ovviamente l'email [email protected]

Per il resto sono una persona molto social. Uso LinkedIn, Facebook, Instagram e GitHub. Ho anche un sito.

Cosa ne pensi?