iOS 12: tutte le novità del nuovo sistema operativo per iPhone e iPad

iOS 12

Apple ha appena annunciato iOS 12 nel recente Keynote per la WWDC 2018. Il nuovo sistema operativo per iPhone e iPad riprende la stessa interfaccia grafica del precedente, segno che per questo tipo di cambiamenti bisognerà attendere ancora. Probabilmente il 2019. La società ha comunque preparato una serie di novità.

Velocità

È stato effettuato un grande lavoro di ottimizzazione sotto il cofano. La società ha reso il suo sistema operativo più reattivo, tant’è vero che ora la fotocamera si avvia fino al 70% più velocemente, la tastiera appare al doppio della velocità e in generale si potrà godere di un aumento delle performance del 40%. Tutto merito della gestione del processore, per picchi di calcolo sin dal primo istante, per aprire le app con il doppio della velocità.

ARKit 2.0

Gli sviluppatori potranno godere della nuova versione del framework per la realtà aumentata. È stato creato un nuovo formato di file aperto che si chiama USDZ, nato in collaborazione con Pixar. Questo consentirà di gestire meglio gli elementi tra le app. Per esempio sarà possibile inviare un oggetto in 3D nell’app Messaggi.

ARKit ora consentirà di condividere le esperienze visualizzate su più dispositivi, rileva gli oggetti e traccia le immagini.

Memoji

Oltre a nuove Animoji, come quelle del fantasma, koala, tigre e tirannosauro, ora ci saranno le Memoji. Questi sono personaggi personalizzabili con capelli, colore della pelle, accessori e altri caratteri distintivi. Si potranno creare le proprie Memoji personali o quelle ispirati dagli amici.

Le Animoji diventano anche più precise: riconoscono l’occhiolino e i movimenti della lingua.

Mediante la fotocamera si possono usare le Memoji per creare video divertenti, oppure sfruttare i nuovi filtri, aggiungere testi, adesivi e molto altro.

Memoji

FaceTime

Il noto servizio di videochat di Apple, che si usa verso altri utenti provvisti di un dispositivo della Mela, si allarga alle videochat di gruppo. Si possono aggiungere utenti durante la conversazione. L’interfaccia grafica a finestre fluttuanti metterà in primo piano l’interlocutore che parla in quel momento.

FaceTime consente di effettuare videochiamate di gruppo fino ad un massimo di 32 persone.

Siri

Apple ha reso il suo assistente digitale più intelligente. Grazie a Shortcuts sarà possibile usare Siri in qualsiasi app. Siri comprenderà le azioni disponibili nell’app e suggerirà di occuparsi di alcuni aspetti. La società ha anche modificato Workflow, acquistata qualche mese fa, rinominandola Shortcuts.

Quest’app permetterà di creare dei flussi di operazioni tra le app e si integra con Siri. Una serie di API permetteranno di usare Siri e Shortcuts per funzioni molto avanzate gestite con la voce.

Foto

Un uso più approfondito del machine learning fornisce una sezione Momenti, che ora si chiama “Per Te”, per risultati più efficaci. Una volta ottenuto un momento sarà possibile condividerlo più velocemente. Per esempio è possibile creare un album condiviso per un determinato evento, come una festa, dove più persone possono aggiungere le loro foto.

Il motore di ricerca interno alle foto diventa più preciso, per cercare tra le immagini con più precisione.

Non disturbare, Notifiche e Screen Time

Apple ha fornito nuovi strumenti per combattere le notifiche e l’uso eccessivo dello smartphone. Non Disturbare, per esempio, si attiva da solo se il telefono di sera è in carica e su una superficie piana. Queste, quando arriveranno, non emetteranno luce per non svegliare l’utente. Si può attivare il “Non Disturbare” anche per un tempo determinato o se si arriva in un luogo.

Una nuova interfaccia unisce le notifiche per applicazione. Queste possono essere zittite per raccolta, oppure tutte insieme. Si potranno gestire le notifiche anche con Siri, chiedendo di non riprodurre determinate notifiche.

La funzione Screen Time riprende una richiesta fatta da tempo: la possibilità di comprendere quanto tempo passiamo sullo smartphone, con grafici approfonditi sulle app più usate. Tramite i controlli parentali sarà possibile anche stabilire un tempo massimo di uso per un’app oppure l’ora in cui bloccare l’uso di determinate app. Una notifica avviserà quando sta per scadere il tempo massimo di utilizzo.

Per esempio possiamo stabilire di non passare più di 1 ora al giorno su Facebook. Superato quel tempo l’app non sarà più accessibile. Un resoconto finale consente di comprendere come usiamo il telefono, o come lo usano i nostri figli.

Screen Time

Privacy

Apple ha integrato un sistema antitracking intelligente. I siti non potranno raccogliere dati di utilizzo di determinate azioni e widget. Per esempio non sarà possibile raccogliere dati su Like e condivisioni se l’utente non lo vorrà. Un sistema di gestione migliorato delle privacy, inoltre, consiglierà all’utente di non usare le stesse password per tutti i servizi, generandone di nuove e ricordandole con iCloud.

Health Records

La società ha rilasciato un altro gruppo di API per potenziare l’app Salute. Apple vuole che servizi e app possano conversare per creare un ecosistema utile a combattere malattie, gestire piani nutritivi, diagnosticare malattie e altro.

La funzione Health Records ha il supporto di 500 ospedali negli Stati Uniti, per accedere ai dati e inserire le informazioni dei ricoveri. Gli utenti avranno tutto ciò che serve nel loro iPhone o iPad. I dati possono anche essere raccolti in modo autonomo per fare ricerche mediche.

Altre funzioni

iOS 12 apporta molte migliorie. Alcune le possiamo raccogliere tutte insieme. Per esempio:

  • C’è un nuovo design per l’app iBooks più simile all’App Store.
  • Nuova app per Apple News (al momento non sappiamo se sarà disponibile anche in Italia).
  • Nuova app Borsa, ora anche per iPad.
  • CarPlay permetterà di installare app di terzi, come quelle delle mappe di navigazione come Google Maps e Waze.
  • Nuovo design per l’app Memo Vocali, con sincronizzazione delle note vocali tra i vari dispositivi.
  • Le traduzioni di Siri si allargano a 40 lingue.
  • Supporto dei badge dei campus universitari (forse solo negli Stati Uniti).
  • Gli SMS con i codici usa e getta da inserire nelle app arriveranno direttamente nel campo dove bisogna scrivere i codici.
  • L’app Batteria mostra l’uso medio anche degli ultimi 10 giorni.

iOS 12 è disponibile in beta da subito per gli sviluppatori. La beta pubblica arriverà durante questo mese. È compatibile con gli iPhone 5s e successivi, iPad Air, iPad Pro, iPad 5° generazione, iPad mini 2, iPod touch 6° generazione. La versione finale è attesa a settembre.

iOS 12 dispositivi

Cosa ne pensi?