Apple può dire che l’iPhone fa foto da studio fotografico

Dire che l’iPhone fa le foto come in uno studio fotografico è un messaggio fuorviante? Qualcuno se l’è chiesto, alla luce del regolamento della pubblicità ingannevole. Nello specifico l’analisi è stata effettuata dall’ASA (Advertising Standards Authority) in Gran Bretagna.

L’ASA ha chiesto ad Apple i motivi per i quali ritenesse che la fotocamera dell’iPhone X facesse foto con qualità da studio fotografico. La società ha risposto che l’iPhone utilizza una focale da 50mm, che è l’ottica più usata negli studi fotografici. Inoltre, ha dichiarato l’azienda, non esiste una definizione univoca di qualità da studio fotografico, tale da consentire di stabilire dei parametri precisi.

L’ASA in effetti ha dato ragione ad Apple:

Abbiamo riconosciuto che c'erano molti effetti, tecniche e strumenti utilizzati nella fotografia in studio che hanno svolto un ruolo fondamentale nel catturare immagini di alto livello, molte delle quali non erano disponibili per qualcuno che utilizzava l'iPhone X. Tuttavia, abbiamo riconosciuto che l'accento era posto sul significato degli effetti di luce sul raggiungimento della qualità dell'immagine dimostrata dall'annuncio, e abbiamo capito che quelle immagini mostrate erano un vero riflesso delle capacità della fotocamera dell'iPhone X.

Apple, quindi, può continuare a dire negli spot che l’iPhone X offre la qualità fotografica di uno studio fotografico.

Cosa ne pensi?