Android colleziona 55 volte i dati raccolti da iOS

raccolta dati Android

Android è di sicuro una buona alternativa ad iOS. Si spende molto meno e ci sono tante app. Un buon compromesso se valutate che i vostri dati non valgono nulla. La società di Mountain View, infatti, regala Android alle aziende di produzione di smartphone, perché guadagna raccogliendo dati.

Il professor Douglas Schmidt dell’Università di Vanderbilt ha analizzato questo traffico di dati, per quantificare la loro portata e per verificare se è vero che Android raccoglie più dati di iOS.

La sua ricerca, che potete scaricare tutti qui, analizza lo scambio di dati durante la giornata, anche quando l’utente non usa lo smartphone. Si evince che in 24 ore i server di Google ricevono circa 900 informazioni. Il 35% riguarda la posizione dell’utente. Google riceve gli spostamenti di ogni utente 14 volte ogni ora.

Il 3% dei dati riguarda l’uso del browser Chrome. Il restante 62% è formato da dati come l’uso del Play Store, report di crash di app e così via. Ogni ora, quindi, Google riceve circa 40 informazioni su ogni utente. Questo genera un’uscita di 4,4 MB di dati al giorno, circa 130 MB al mese.

Nello spesso periodo iOS colleziona 0,73 informazioni all’ora per 0,76 MB. Questo significa che il 75% di ciò che l’utente fa con l’iPhone resta tra l’utente e il suo dispositivo.

Cosa ne pensi?