Apple sta costruendo un portale per le autorità che richiedono i dati degli utenti

Come saprete Apple tiene molto ai dati degli utenti e la maggior parte delle informazioni sono cifrate. La società si occupa anche di rendere i dispositivi inviolabili, sia a livello software che hardware. A tal proposito ha sempre rifiutato la richiesta di costruire una backdoor in iOS, per entrare nei dispositivi all’occorrenza.

Ciò nonostante, però, le autorità possono chiedere aiuto ad Apple per ottenere alcune informazioni. La gestione delle richieste, i dati disponibili e le modalità sono tutte spiegate in un’apposita pagina nel sito dell’azienda.

A questo si aggiungerà presto un portale dedicato. La società sta costruendo una piattaforma on line per gestire meglio le richieste, la loro gestione e i dati che le forze dell’ordine possono ottenere. Per raggiungere l’obiettivo sta lavorando con degli esperti di diritto, avvocati, forze di polizia e altre persone, al fine di creare un sistema utile e funzionale.

Vi ricordo che tutti i dati nell’iPhone sono cifrati, ma non quelli presenti in iCloud con i backup automatici. La società aveva promesso di cifrare anche quelli, ma al momento non lo sono e, molto probabilmente, non lo saranno. Sono l’unica e vera fonte utile per le forze dell’ordine.

In questa pagina troverete i report divisi per anni e per nazioni, per tutte le richieste fatte dalle forze dell’ordine. Molti sono rifiutati dalla società perché i dati richiesti sono impossibili da recuperare dai dispositivi.

Cosa ne pensi?