Apple sta assumendo poliziotti per evitare i furti negli Apple Store

Apple Store Palo Alto

In origine erano i modelli finti in plastica. Telefoni simili agli originali, ma di fatto giocattoli. Ideali per comprendere come apparivano tra le mani. Apple non volle mai usare un trucco di scarsa qualità come questo, quindi decise di usare dispositivi reali, in modo da consentire all’utente di provare anche il software.

Nei primi anni tutto era legato ai tavoli di legno mediante un cavo di acciaio. Per consentire un uso ancora più personale, mettendolo in tasca e girando nel negozio con il dispositivo tra le mani (perché si sa che facendo così la vendita è quasi assicurata), il cavo di metallo sparì.

Il risultato è stato un aumento dei furti. È vero che gli iPhone fuori dai negozi di Apple si bloccano e sono inservibili, ma possono avere un qualche valore nel mercato dei componenti per le riparazioni. Per questo motivo i furti sono ormai all’ordine del giorno.

Anziché ritornare al cavo di acciaio, però, Apple ha deciso di aumentare le misure di deterrenza. La società ha assunto alcuni poliziotti a Sacramento, che appaiono di sicuro più minacciosi e propensi ad azioni drastiche.

Si tratta di agenti che lavorano negli Apple Store fuori dai turni di lavoro ufficiali. Possono comunque tenere pistola e divisa, il che scoraggia i ladri dal fare i furbi.

Cosa ne pensi?