Palm sta per tornare con un mini smartphone

Palm smartphone

La storia di Palm è abbastanza triste. Questa celebre azienda fu tra le prime a credere nel settore degli smartphone. Per esempio celebre fu il progetto Pilot che era una sorta di agenda elettronica evoluta.

Successivamente ci furono progetti molto interessanti, come il sistema operativo PalmOS e i modelli Palm Pre. Tra l’altro a capo del progetto c’era Jon Rubinstein, ex capo dell’hardware dell’iPod. Poi improvvisamente la società decise di vendersi ad HP per 1,2 miliardi di dollari nel 2010. Pensando ad un’aiuto nella sua crescita, Palm fu fatta a pezzi.

Il sistema operativo fu integrato nelle TV di HP, mentre la divisione telefoni fu mandata alle ortiche. Fino ad oggi. Arriva notizia del ritorno del Palm.

Verizon venderà lo smartphone Palm che fa sue le dimensioni mini. In un settore dove i telefoni diventano sempre più grandi, guarda l’iPhone Xs Max, Palm cerca di conquistare una nicchia con un telefono piccolo.

Munito di uno schermo di 3,3”, peserà appena 62,5 grammi. Il progetto è finanziato anche da Stephen Curry, star di basket nella NBA.

Il Palm avrà Android 8.1 e sarà venduto negli Stati Uniti da novembre. Il prezzo è di 349 $, oppure pagando 14,58 $ al mese per 24 mesi con Verizon. All’interno anche un processore Snapdragon 435, 3 GB di RAM, 32 GB di memoria e una fotocamera da 12 megapixel.

Cosa ne pensi?